Sei in » Cronaca
03/09/2017 | 11:03

​╚ stato ricoverato nel reparto di rianimazione, in prognosi riservata, un infermiere quarantenne del Vito Fazzi di Lecce dopo il volo da una impalcatura allestita per dipingere le pareti di casa. Nella caduta, ha riportato un trauma cranico.


L'ospedale 'Vito Fazzi' di Lecce


Copertino. Aveva dedicato questa prima domenica di settembre ad alcuni piccoli lavori in casa, senza sapere che la tragedia purtroppo era in agguato. Le lancette dell’orologio avevano da poco segnato le 9.00 quando un infermiere quarantenne del ‘Vito Fazzi’ di Lecce è caduto da una impalcatura, allestita per pitturare una parete della sua abitazione di Copertino. Un volo di pochi metri che ha fatto temere il peggio ai familiari che hanno assistito alla scena che, spaventati per le sue sorti, hanno immediatamente chiamato il 118.
  
L’ambulanza a sirene spiegate ha trasportato il malcapitato all’ospedale del capoluogo salentino, dove è entrato in «Codice Rosso», quello che indica i casi più gravi. L’uomo è stato subito sottoposto a tutti gli accertamenti del caso, per avere maggiore contezza del suo quadro clinico. I medici non si sbottonano, ma la Tac avrebbe scongiurato la presenza di lesioni che possano mettere a repentaglio la sua vita. Nella caduta ha riportato, fortunatamente, solo un brutto trauma cranico.
  
Il quarantenne è stato ricoverato nel reparto di rianimazione, in prognosi riservata. Sulle cause che hanno provocato la caduta, invece, si farà chiarezza nelle prossime ore.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |